Un vecchio post… dalla California!

California Day 3, ovvero l’Oceano Pacifico e la HW1.
Che giornatissima!
Stamattina abbiamo fatto colazione in camera, il marito è sceso a prendermi caffè, succo di mela e un assortimento di muffins, tra cui uno banana e noci davvero yummy!
Poi abbiamo a malincuore lasciato la nostra stanza e ci siamo avviati nuovamente verso Cannery Row perché la moglie voleva farsi fare una foto con la scritta “Cannery Row” ed in mano l’omonimo libro… portato appositamente dall’Italia a questo scopo!
Lasciamo Monterey e ci avviamo a sud, verso Carmel, per visitare la Missione San Carlos Borromeo, il navigatore ci guida per stradine  di collina costeggiate da alti alberi e da una serie di casette con giardinetti davvero carine, fino a che non ci troviamo davanti ad una vera missione spagnola dove hanno appena cominciato a celebrare la messa, l’organo suona e dona solennità a tutta la celebrazione, God bless you. Facciamo un giretto, qualche foto, e poi via verso sud, verso Big Sur!
Seguendo la FENOMENALE HW1 arriviamo al Point Lobos State Park, un bellissimo parco in riva all’oceano dove c’è un vento pazzesco (la costante anche della giornata di oggi!), anche qui facciamo un giretto, una signora ranger ci fa anche vedere un gruppo di sea otter che, incuranti del freddo polare, stanno in acqua a godersi u  po’ di riposo.
Ci rimettiamo in macchina e ci fermiamo tipo ogni 5 km perché il panorama dell’oceano, delle rocce, degli alberi, poi delle colline, dei campi con le mucche al pascolo, è veramente bellissimo e facciamo un sacco di foto.
Per pranzo seguiamo il consiglio delle due guide, routard e lonely planet, e ci fermiamo al Big Sur Bakery e Restaurant, che posto! Delizioso, accogliente e… si mangia benissimo! Gualty ha preso un hamburger che io non l’ho mai mangiato uno così buono, poi avevano il pane fatto da loro, e l’omelette con l’avocado…porzioni enormi, come sempre, ma siamo usciti davvero soddisfatti!

euro ai minimi storici…

… e mi sembra giusto! Visto che stiamo per partire per la California è anche giusto perdere un po’ di soldi con il cambio, che fico!
E comunque devo ancora fare un sacco di cose, tipo decidere cosa portarmi, comprare le ultime cosette, fare sta benedetta assicurazione sanitaria, e altre amenità pre partenza!
Nel frattempo sono qui al Grand Slam di Beach Volley che lavoro nell’ormai familiare ufficetto, tutto procede super tranquillo, oggi c’è anche il sole, ma pare che non durerà e che domani tornino fulmini e saette, che gioia!

Stavo dando un’oocchiata alle temperature della California… mica fa così calduccio… a Monterey andiamo dagli 8° ai 14°, però con il sole, che mi sembra già una gran cosa!
Non vedo l’ora di partire, di prendermi almeno una pausa da tutta questa ansia che mi ha accompagnata in questo ultimo anno.
Venerdì sono tornata a casa in lacrime, ero completamente frustrata e avvilita, non mi sembra di essermi mai sentita così poco considerata, quasi fossi un peso, è una prospettuva del cazzo la loro, basta pensare che quando lavori 12 ore anche sabato e domenica, nessuno si sente in dovere di dirti nulla, tipo grazie, o tipo recupera queste ora, quando vuoi; invece quando ti capita di fare turni da 6 ore, magari di venerdì pomeriggio, loro ti chiamano per dirti di passare in ufficio che devono “parlarti”, e ti accorgi che devono dirti due cazzate che potevano benissimo dirti al telefono, e che tu tra l’altro già sapevi.
Questo mi fa incazzare, il non avere rispetto del MIO TEMPO, mi sento come se mi stessere scippando ogni volta una fetta di vita, ed in cambio, a parte i soldi, non ottengo nulla, nessuna soddisfazione, nessuna considerazione, nessun segno di stima, di apprezzamento. é orribile sentirsi così, dare il massimo, impegnarsi, mangiare merda e non avere nulla in cambio, anzi al contrario, sentire solo lamentele, alcune in faccia (poche… sono anche piuttosto vigliacchetti!) e la maggior parte per vie traverse, oppure sottintese in qualche mail. Che poi mi chiedo, ma se sei scontento di me, cazzo, affrontami, sei il capo! Chiamami e dimmi cosa c’è che non va! E invece no, e alla fine la gente si logora, si demotiva, cosa pensano che sia successo a C.? Perchè non ha più voglia di farsi un culo così? Perchè è sempre stato trattato come uno zerbino, mai ringraziato, mai apprezzato, anzi!
Alla fine per forza che uno non si sente più nel gruppo e appena può si defila. Assumere L. e lasciare C. senza contratto è stata una mossa del cazzo, eppure non se ne sono manco accorti! Che merda di situazione.
Ecco… dopo questa disamina ho accumulato una giusta motivazione per mettermi a cercare un altro lavoro.
Anche se la prospettiva mi spaventa non poco.
Un passo alla volta.
Basta avere le giuste scarpe… e infatti voglio delle tiger nuove!!!

IL VIAGGIO

Ancora una giornata di pioggia, che gioia questa primavera!
C’è poi da dire che qui da quando è finito il torneo maschile c’è solo noia e tedio, tedio e noia. Le donne sono antipatiche e noiose!
Io continuo a svegliarmi alle 6.30 e sono sempre più stanca. Oggi però per non annoiarmi mi sono portata dietro la guida della California. Mi restava da prenotare una notte dalle parti di Napa e Sonoma, e poi devo guardare bene per il noleggio della macchina e l’assicurazione.

Tanto per avere un promemoria, riassumo qui l’itinerario:

 

 21/22 maggio
Monterey Downtown Travelodge
675 Munras Avenue
Monterey
http://www.travelodge.com/Travelodge/control/Booking/property_info?propertyId=07044&cid=GTFTL&brandInfo=TL

 

23 maggio
Bay View Inn
225 Harbor Street
Morro Bay
http://bayviewinn.net/

 

24 maggio
Stovepipe Wells Village
Death Valley National Park
Highway 190
Death Valley
www.stovepipewells.com

 

25 maggio
murphy’s hotel
Lee Vining
http://www.murpheysyosemite.com/

 

26/27 maggio
Big Creek Meadow Ranch
http://www.bigcreekmeadowranch.com/index.html

 

28 maggio
Chardonnay Lodge
2640 Jefferson Street
Napa
http://www.chardonnaylodge.net/

 

dal 29 maggio al 4 giugno
San Francisco
http://www.hotelvertigosf.com/


Cominciamo bene…


Stamattina neanche arrivo in ufficio e già vengo cazziata per una cosa che poi… non so se e come avrei potuto sapere!
Vabbè aò secondo me la nazione era una cosa legata alla bandiera, se non c’è una non ci va manco l’altra. Fine della storia, nel foglio non ci sono indicazioni differenti, non mi è stata infusa alcuna conoscenza quindi per me, sono a posto. Ma per lui no. Chiaro. Eccheppalle. Quello che non sopporto è che è così frustrante cazzarola, io mi impegno, faccio del mio meglio, ricontrollo le cose 100 volte, mi faccio tutte le paranoie e poi LUI trova sempre qualcosa che non va bene, ora mi chiedo: sono io approssimativa o forse non ho tutti gli strumenti e tutte le informazioni per lavorare bene? Ecco, forse sarebbe interessante approfondire questo tema, ma vorrebbe dire fare della polemica e quindi devo astenermi e stare zitta. Poi magari ne parlo con l’altro, che è a tratti più ragionevole.

E dire che la giornata era cominciata nel migliore dei modi, con me che cammino per strada ridendo come una pazza mentre ascolto il podcast del VOLO DEL MATTINO con Fabio Volo e  Hallo Spank!

Oggi è nuvoloso e stamattina pioveva anche un pochino,  Monique oggi ha l’ultima radioterapia e spero davvero questo calvario sia finito e tutto possa tornare alla normalità.
Ieri poi niente cinema perchè io barcollavo dal sonno… spero che arrivi presto aprile così possiamo tornare ad una vita più normale.
Forse stasera prenotiamo i biglietti per San francisco, ecco questo è un pensiero che mi fa star bene, non vedo l’ora!
Mi piace viaggiare con Ciccio, è tutto così facile, così divertente, emozionante, ricco, è così CASA, anche quando non siamo a casa.  Aò mica è retorica questa, è realtà, sono fortunata, sì, e allora? 🙂

A casa.

Eccomi di ritorno da una bella vacanzuccia a Parigi, via ciampino, con un’ora e 35 di ritardo… non male no?
Parigi è sempre Parigi. Bellissima, da non voler più venire via.
Nonostante il freddo davvero impossibile.
L’hotel non era male, la  nostra camera era super piccolissima, molto design e zero spazio. Eravamo a Nation e devo dire che non è proprio comodissima, meglio Bastille, sotto tutti i punti di vista, ma questo lo sapevo già, n’est pas?
Questa volta sono stata anche molto soddisfatta del cibo,  l’altra volta non mi ricordo neanche cosa abbiamo mangiato! Che ci fossimo cibato solo d’amou? Probabile.
Vabbè comunque abbiamo mangiato molto bene qui http://www.chezpaul.com/ e qui http://tempsautemps.com/, il primo fa una bella cucina francese tipica, il secondo aggiunge qualche novità ma sempre su solida base tradizionale.
Io mi sono cibata quasi esclusivamente di fois gras, terrine de campagne, rillettes di qualunque bestia e altre cosette del genere, tutte super buonissime!
Che nostalgia!
Poi oggi sarei dovuta andare a lavorare, ma proprio non ce l’ho fatta.
Così ho fatto il pane con le cipolle e la salvia con la ricetta del nuovo libro sui pani a macchina che ho comprato a Paris!

Me.

Anna

if (WIDGETBOX) WIDGETBOX.renderWidget('a43f024f-922c-44e3-a835-2fde72bcb167');Get the Baby & Pregnancy Countdown Ticker widget and many other great free widgets at Widgetbox! Not seeing a widget? (More info)
giugno: 2017
L M M G V S D
« Dic    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Sono passati da qui

  • 11,173 lettori

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad 1 altro follower