Pioggia torinese


Ma che bella giornatina di pioggia! Sai che stamattina ho lasciato le chiavi in camera?? Abbiamo dovuto scassinare la catena… che stress! Sapevo che prima o poi sarebbe successo… sto perdendo colpi!
Ieri sera aperitivo in piazza Carlo Felice, con Lg che non vedevo credo da quest’estate, da Berlino! Se la passa bene anche se avrebbe bisogno, come tutti, di un lavoro un po’ più stabile! Poi c’era la Cri, che ieri mi ha anche accompagnato in lavanderia a riprendere un po’ di cose, veramente carina e gentile!
Stasera qui a Torino c’è un concerto gratuito di Bersani e Cri e Antonio ci vanno ma io proprio non ce la faccio, stasera cena veloce, poi dexter e poi dormire! Poi domani c’è un solo centro aperto e riusciamo FINALMENTE a fare un po’ di turni e a lavorare meno di 10 ore… che faticaccia!
Non vedo proprio l’ora di essere a casa, tra le mie cose, non vedo l’ora di passare una mattinata intera a letto!
Anche ieri sono passata in via Cortemilia e mi sono ricordata di QUELLE FANTASTICHE DOMENICHE DI VIA CORTEMILIA! Ti ricordi??? Che periodo pazzescamente fantastico! Ecco, pensare a quei mesi mi rimette un po’ al mondo!
Ok… stanno entrando orde di giapponesi casinisti, ma che palle, BASTAAAAAAAAAAA
Quando andiamo di nuovo in Giappone?

Annunci

Buongiornoooooo

Eccomi qui, alle 7.38 nella fantastica stanzetta, con le due fide volontarie che stamattina mi hanno portato un rotolo di pan di spagna ripieno di marmellata di albicocche, davvero buono, accompagnato poi ad un litrozzo di caffè solubile direi che stamattina come colazione siamo alla grande.
Anche oggi sono venuta con sto cavolo di furgone, ormai mi ci sono abituata, però il solo pensiero di guidarlo da qui fino a Roma… no no, proprio non ce la posso fare, quindi sì ok, dicano pure che sono meglio gli uomini, che gli conviene assumere (assumere?) gli uomini e che Alex, pur essendo donna, è andata a Brux in macchina, dormendo solo qualche ora in macchina per arrivare in tempo… eddai, direi che è scema. Io lavoro per te non è che ti appartengo, ve bene essere disponibili, va bene tutto, ma se fosse successo qualcosa? Chi avrebbe pagato?  E non si tratta di essere sindacalisti o meno, si tratta di avere un po’ di rispetto per sè stessi e basta.
E si tratta di ragionare sul fatto che quando sono loro a chiedere bisogna essere pronti e dire di si, quando siamo noi ad aver bisogno di respiro sembra sempre che le nostre pretese siano assurde, che siamo lavativi e ti senti quasi in colpa se dopo un emse e mezzo di lavoro consecuitivo, con anche 14 ore al giorno, dici che no, che non ce la fai a riportare a Roma sto cazzo di furgono, mandassero qualcun altro, perchè io sono a pezzi, e non ho voglia di rischiare, non ho un cazzo di voglia di fare questa ulteriore fatica! E mi piace pure parlare così perchè mi piace tanto la sorella di Dexter che parla così, dicendo un sacco di parolacce! Una vera cattiva ragazza!
Vabbè insomma in questo periodo odio questo lavoro, che mi tiene lontana da mio marito, dalla mia famiglia, da casa mia, mi toglie ogni energia, mi distrugge e mi fa arrivare a sera che non ho più nulla di umano, non ho pensieri, non ho desideri, solo dormire. E mi chiedo se ne vale la pena, a cosa serve tutto questo sbattimento. E mi sale una tristezza che mi fa dire basta, me ne vado, non voglio fare questa vita, voglio stare tranquilla!
E insomma sempre i soliti discorsi, che poi si torna alla quotidinità e tutto finisce lì.
E penso anche alla mia collega che oggi cominiciava alle 9 (io alle 7) e manco si è degnata ieri sera di dirmi qualcosa, di chiedere se avevo bisogno, del furgone, ma domani bella mia, finisci alle 18 e poi vieni qui e resti fino alle 20 perchè la furba con me non la fai; già ci hai provato col furgone… ecchecazzo!
Signori miei, sono le 8.21 e già non ne posso più, dormirei tutto il giorno!

mercoledì.

Terzo e penultimo giorno a Bruxelles. Diciamo che mi sono un po’ rotta. Anche ieri sera cena in camera con prosciutto e baguette. Poi siccome il supermercato nel quale sono andata era grande c’era anche una bella panetteria con tanti bei dolcetti in mostra… da cosa mi sono lasciata tentare? Da un dolcetto francese che avevo visto su un libro di dolci che ho a casa. Mi attiravano sempre quei dolcetti scuri e caramellosi ma non li avevo mai fatti perché l’impasto deve riposare qualche ora ed io sono sempre impaziente! Ieri me li sono trovati davanti… come dire di no? Si tratta insomma dei Cannelé! Erano buonissimi, profumati e con una consistenza strana, morbida ma consistente, umidi, dolci, uovosi, insomma da provare! Quindi stamattina arrivo bel bello in ufficio e comincio a cercare che si dice in giro… naturalmente pagine e pagine, per fortuna qualche fonte affidabile, tipo cavoletto e un tocco di zenzero hanno già provato, quindi penso che mi rifarò alle loro ricette. Quello che mi manca sono gli stampini che dovrò procurarmi al più presto e poi… via con gli esperimenti! Qui il lavoro procede come sempre, un po’ a rilento a dire il vero, e così la noia prende il sopravvento. Spero di riuscire a tornare a casa venerdì come previsto e che non ci siano code e strascichi notturni perché io VOGLIO TORNARE A CASA e GODERMI IL WEEK END! Tanto per tenere il conto dei dolori oggi è morto lo zio di Claudio. Era stato ricoverato in modo un po’ rocambolesco la scorsa settimana con degli apparenti problemi neurologici. L’hanno lasciato in pronto soccorso per un paio di giorni, aveva più di 80 anni, era quasi incosciente e non hanno permesso ai familiari di assisterlo proprio perché era al pronto soccorso e non in reparto. Ora è morto e ti viene il dubbio che i medici (che non sono né quelli di Grey’s Anatomy né tantomeno il Dr. House) non è che proprio abbiano fatto il massimo per salvarlo, viste le premesse. Speriamo di no e non pensiamo sempre male. AGGIORNAMENTO: lo zio di Claudio non è morto, ha avuto solo una brutta crisi e tutti hanno pensato che fosse morto (!), cmq poi si è scoperto che ha un tumore al cervello con varie metastasi in giro.

Me.

Anna

if (WIDGETBOX) WIDGETBOX.renderWidget('a43f024f-922c-44e3-a835-2fde72bcb167');Get the Baby & Pregnancy Countdown Ticker widget and many other great free widgets at Widgetbox! Not seeing a widget? (More info)
dicembre: 2017
L M M G V S D
« Dic    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Sono passati da qui

  • 11,315 lettori

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad 1 altro follower