Il lungo viaggio per il Gemelli

Ho cominciato giovedì scorso, al gemelli! Quindi è vero, avrò una bambina… oddio!
Il corso cominciava alle 11, io dovevo anche pagare il ticket quindi sono partita da casa con un bel po’ di anticipo, alle 9.15, direi abbastanza noo?
E invece NO.
Ho preso il primo bus, tutto bene; poi la metro, tutto bene; poi esco dalla metro a Battistini, capolinea, mentre salgo le sale per affacciarmi alla luce vedo sfrecciare il 146, quel fantasma che deve portarmi DAVANTI al Gemelli… che culo!
Vvabbè, mi metto ad aspettare sotto il paletto giallo… 20 minuti, dico 20 su quel marciapiede impalata ad aspettare un altro 146!
Mentre sono lì in attesa decido che non è cosa, partorirò all’Umberto I perchè, male che vada, ci metto 15 minuti A PIEDI da casa! Un bel guadagno, no?
Alla fine passa il bus e ci incamminiamo su questo stradone trafficatissimo e pieno di semafori, poi finalmente fa una svolta, una strada semi-deserta, mi dico che finalmente abbiamo superato il momento critico, ora in 5 minuti siamo lì, anche perchè cazzarola, sono le 10.40!

E invece, ari-NO, prediamo via della Pineta Sacchetti… oddio un castigo divino… FERMI, dico FERMI come tanti scemi incolonnati.
Si fa sempre più forte la mia decisione di partorire vicino casa, mando anche un sms a mio marito per comunicargli la novità! Ma t’immagini cos’è qui un lunedì mattina di pioggia? Partorirei in macchina di sicuro!
Che città invivibile! Alemanno fai qualcosa invece de magnà a paiata co’ Bossi!

Vabbè dopo un bel po’ arriviamo in questo posto enorme che è il Gemelli, vado alla cassa centrale per pagare il ticket, prendo il numero: 435. Alzo gli occhi per vedere quanti ne ho davanti, a che numero stanno… credevo di aver sbagliato, erano al 224… giuro, pensavo di aver preso il numeretto sbagliato!
Da pazzi, accanno il ticket e cerco la sala del corso, mi ricordavo che era al decimo piano, dovevo seguire un percorso su una qualche tonalità di azzurro… non ricordavo esattamente (sì ok, pure io ci metto del mio!).
Girello un po’ tra una varia umanità (chiedere MAI!) e trovo un percorso blu, mi chiedo come mai nel foglio hanno scritto azzurro, se poi invece il percorso si chiama blu… E indovina un po’ come mai???

Indovina un po’ che c’è al decimo piano del percorso blu? Ematologia o similia!
Ok, riscendo e ricomincio, svolto un angolo e che ti trovo? Oh, il percorso azzurro…  allora avevano scritto bene!

Vabbè individuo un ascensore con in attesa davanti una serie di ragazze panciute, CI SONO!
Alle 11.20 conquisto il mio posto sul divanetto della sala del corso! Naturalmente esausta.
Il corso è stato molto interessante, più tardi lo racconto.

Annunci

Ecografia!

Allora, ne vogliamo parlare? Sono le 16.30, alle 17.30 andremo a fare la prima ecografia… non ce la faccio più ad aspettare, ho un’ansia pazzesca ed immotivata, non vedo l’ora di uscire da lì bella tranquilla e rilassata con la certezza che va tutto bene.

Se potessi prenderei qualche valeriana, o berrei della birra ghiacciata che con sto caldo sarebbe una meraviglia… e invece no, sto qui e aspetto… uffa… i figli bisogna farli da giovanissimi, massimo 25 anni!
Sono un po’ fuori tempo massimo…ma giusto un po’!
Okkei, adesso che l’ho scritto sto meglio (non è vero… era per rassicurare il marito!).
Bene, ci sentiamo stasera, o domani!
So far, so good!

Me.

Anna

if (WIDGETBOX) WIDGETBOX.renderWidget('a43f024f-922c-44e3-a835-2fde72bcb167');Get the Baby & Pregnancy Countdown Ticker widget and many other great free widgets at Widgetbox! Not seeing a widget? (More info)
dicembre: 2017
L M M G V S D
« Dic    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Sono passati da qui

  • 11,315 lettori

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad 1 altro follower