Stasera castagnole!

Ho fame. Molta fame. Famissima!
Avrei voglia di dolcetti di carnevale ma in giro ho visto ancora poche novità!

Spero stasera di riuscire a combinare qualcosina, che ne so, due castagnole, un po’ di frappe!
Tanto per dare un senso a questa dieta! Noo?

Ho fatto una veloce ricerca in rete e ho deciso che la mia ricetta sarà questa (mia… per modo di dire, è di Anice&Cannella!)

Ingredienti:
50 g di burro

150 g di zucchero

Buccia grattugiata di arancio e limone

300 g di ricotta

5 rossi d’uovo (ma sono tantissimi!!)
500 g di farina (e quindi starò tutta la sera a frigge! Facciamo metà dose, va!)

150 g di latte

1 bustina di lievito.

Poi si possono mettere 2 cucchiai in meno di latte e sostituirli con rhum o altro liquore, io ci ho messo il Grand Marnier e ci stava benissimo, oppure si può sostituire un po’ di farina con la fecola. Ma l’importante, la cosa fondamentale è che alla fine le castagnole non vanno passate nello zucchero a velo ma nello zucchero normale, magari quello più solubile, con la grana più fine, ma NIENTE zucchero a velo, chiaro?

Comunque, ciò detto, si impastano gli ingredienti nell’ordine, si fanno delle palline e si friggono.

Zucchero semolato, non a velo, mi raccomando e non ve lo fate ripetere!

Per la foto… già sapete la storia, vediamo che riesco a combinare stasera ma non prometto niente!

Annunci

Torta di zucca, la più buona… ma bruttina!

pumpkin pie

Ma che buona!
Aò c’è da non crederci che una torta con la zucca possa essere così buona!
Come dicevo lunedì, ho cercato tanto sta ricetta perfetta, non mi andava un impasto “normale” con l’aggiunta del purè di zucca, cercavo una cosina più appetitosa e meno da colazione.
Gira che ti rigira tra i vari siti e blog mi sono imbattuta in questa ricetta , poi mi sono accorta che qualcuno l’aveva già provata con ottimi risultati  e così ho deciso di provare anche io!

Ingredienti:

Per la base:

Mettere nel frullatore 250 g di farina

125 g di burro freddo

60 ml di acqua fredda

Un pizzico di sale

Frullare finché non diventa una palla. A questo punto togliere dal frullatore, avvolgere nella pellicola e mettere in frigo.

Si comincia quindi con il ripieno, che è la parte più divertente:

200 g di zucchero muscovado

80 ml di acqua

450 ml di panna fresca

800 g di zucca (servono circa 400 g di purè)

1 cucchiaino abbondante di cannella in polvere

1 cucchiaino abbondante di zenzero in polvere

¼ di cucchiaino di noce moscata

½ cucchiaino di sale

4 uova intere

Ho scelto lo zucchero muscovado perché in giro avevo trovato altre ricette che lo utilizzavano, lo volevo provare e direi che si adatta perfettamente a questo ripieno speziato, rendendo la torta “non troppo dolce” ma molto profumata ed aromatica… ho reso l’idea?

Si comincia con il caramello: acqua e zucchero in un pentolino, far bollire, abbassare la fiamma e lasciar cuocere per circa 10 minuti, il profumo è impagabile!
Togliere dal fuoco ed aggiungere la panna tiepida (1 minuto nel microonde ed è perfetta!), mescolare bene ed aggiungere poi il purè di zucca (io l’ho preparato semplicemente cuocendo la zucca a vapore e poi frullando il tutto, si può fare anche al forno e rimane meno umida).
Far amalgamare il tutto e aggiungere il sale e le spezie, alla fine aggiungere le uova leggermente sbattute.

Nel frattempo la base si sarà rassodata e sarà possibile lavorarla per foderare uno stampo da crostata, stenderla anche sui bordi che il ripieno si gonfierà un pochino. Dopodichè versare il ripieno ed infornare a 180° finchè il ripieno si sarà rassodato, direi un’oretta.

Far freddare prima di servire, il giorno dopo è ancora più buona!

Una bella scoperta questa torta, profumata, morbida, quasi un dessert speziato. Sembra, più che un dolce americano, un dolce svedese, o comunque del nord europa. Ripeto: buonissimo!

Finalmente.

Finalmente è venerdì. Questa settimana è davvero volata.  Da una parte bene, dall’altra male perché avevo dei compiti da assolvere e invece ho sempre rimandato! Vabbè, prometto (per la seconda volta!) che la settimana prossima andrò alla segreteria dell’università e farò quello che devo fare. Ok?

Programmi per il week end? Hai visto le previsioni? Io no. Speriamo in un po’ più di tepore!
Domenica a pranzo dai miei, io porterò il dolce, ciò significa che da stasera comincerò a sfogliare tutti i numeri di sale & pepe, a girare per tutti i blog alla ricerca della ricetta perfetta.
Mi piacerebbe fare il cake con il tè macha e la banana, oppure quelle girelle con la crema e l’uvetta che devono essere buonissime, altre idee? Devo consultare i miei ritagli e  le mie stampe e poi deciderò, sempre tenendo presente che né mio marito né mio padre amano i dolci “secchi”, tipo cake, ciambelloni, ecc… se non hanno creme e cremine o ripieni o cose umide non li amano.
Il massimo per loro è la zuppa inglese, ecco se c’è un dolce che non amo è proprio la zuppa inglese, quando si dice il feeling!
Ora che ci penso giorni fa mi era presa la mania del dolce con la zucca, e sarebbe anche comodo per smaltire quel pezzo di zucca avanzato dalla vellutata dell’altro sera. Ora cerco un po’.

Oggi poi è venerdì e mi sento pure  romantica… quindi mi dedico una canzoncina, veramente bella!

Me.

Anna

if (WIDGETBOX) WIDGETBOX.renderWidget('a43f024f-922c-44e3-a835-2fde72bcb167');Get the Baby & Pregnancy Countdown Ticker widget and many other great free widgets at Widgetbox! Not seeing a widget? (More info)
dicembre: 2017
L M M G V S D
« Dic    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Sono passati da qui

  • 11,315 lettori

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad 1 altro follower