che pigrizia, o che depressione?

Bhò, sono stati giorni un po’ così. Non è successo niente, Anna sta bene, la sento muovere sempre più spesso.
Sono io che mi sono un po’ stancata di stare a casa. Mi annoio. Ho troppo tempo libero. Potrei fare mille cose e alla fine non faccio altro che perdere tempo. E allora mi deprimo. Devo fare un po’ di telefonate a qualche amico e non riesco a trovare la forza, rimando sempre, tra un po’ Anna nascerà e questi non sapranno neanche che ero incinta! Che tristezza.
Certo non tutti i giorni sono così, a volte va meglio ma comunque sono sempre delusa della mia inerzia, della mia apatia. Bhò.
Mi sa che mi sta venendo la depressione pre parto, no, ma non è certo depressione, è un po’ di blue, i miei blue days, come quelli della Ford (che si capisce che guardo troppa tv?).
Vorrei aver potuto continuare a lavorare, almeno per un po’.
Oggi comunque è una bellissima giornata di primavera!
Basta così.

Annunci

Sò tornata!

Ri-eccomi sotto il torrido solleone romano!
Posso dire che il passaggio val gardena->roma è stato piuttosto traumatico? Lo dico!
Posso dire che ho appena fatto un casino con lo smalto nuovo e che solo dopo averlo fatto sono andata a cercare il solvente e mi sono accorta che non c’è? Posso dire che mi toccherà uscire con ‘ste unghie improponibili?
Vabbè mò non è che tutti stanno a guardà le mie unghie, però insomma, che schifezza.
Direi che come come post di ritorno al blog non è niente male, nevvero?
Che volete notizie della pancia? Cresce cresce, ma per via dello speck, dei wurstel, degli strudel, dei canederli e di tutto quel pane coi semini che ho magnato per due settimane! Alla fine infatti invece di stare una settiman lì  e una al mare, ho preferito stare lì 15 giorni, si stava bene e non faceva quel caldo allucinante, poi non c’è sabbia, non è che all’una devi risalire su una macchina infuocata e cose del genere, che temevo molto. Gualty, povera vittima, è stato trascinato con una sottile moral suasion a raggiungermi per la seconda settimana! Ma siamo stati bene, vero tesoruccio???

Tornando alla pancia… miiii che ansie, non potete capire, quando ho la nausea sto male, quando non ce l’ho ho paura che sia successo qualcosa, stessa cosa per il dolore al seno, se magari per un giorno non ce l’ho mi preoccupo…insomma la vita della ragazzanonpiùgiovanissimaincinta non è affatto facile, dunque compagne: AFFRETTATEVI!
Non vi fate paranoie tipo: adesso ho un lavoro precario, se rimango incinta non troverò mai più nessun lavoro, perchè tanto magari poi vi capita che il 31 maggio vi scade il contratto e il 15 giugno vi accorgete di essere incinta, CHIARO? E chi deve capire, capisca! Per le altre… congelate gli ovuli, possono sempre servire!
Ammazza quante cazzate oggi, sarà il caldo, effettivamente stò a fà a colla, per citare le due coatte più in voga del momento!
Ed ora, per finire, un po’ di proposte di nomi, ok?
FEMMINA (cioè quello che è!) Allora, io ne avrei tanti, Gualty uno solo Anna, e quindi sarà Anna, non che mi dispiaccia, anzi, me sò pure messa a rilegge Anna Karenina, però io lascio sempre delle porte aperte, lui invece una volta che una decisione è presa e ci soddisfa, basta, non cerca più!
Ora che ci penso è rassicurante no? Vuol dire che non cercherà una ventenne bionda quando io quest’inverno sarò in versione balena, noo?
Vabbè comunque a me piace anche: Matilde, Agnese, Iris, Teresa.
MASCHIO: non abbiamo ancora deciso (anche perchè sarà femmina!) a me piace Giacomo, Marco, Pietro, Giovanni e poco altro. Che ne dite?

Ultimissima cosa volevo segnalarvi un blog che mi fa ammazzare dalle risate:
http://www.machedavvero.it/ , leggetevelo dall’inizio perchè è davvero divertente!
Ora me ne vado a comprare qualcosa per riparare allo schifo che ho sulle unghie… potrei mettermi dei guantini bianchi, quelli carini di cotone che portano le giapponesi… ma guarda caso non li ho, ho solo quelli di lana e indossarli non mi sembra una buona tecnica per passare inosservata!
Domani parliamo di amniocentesi e di come sia necessario prenotarla il giorno stesso del test di gravidanza, altrimenti ve la fate a pagamento, naturalmente suuuuu Ri-educational channel!

Nella foto il piatto simbolo delle mie vacanze, per obbedire alla ginecologa e al suo: NON MANGIARE SCHIFEZZE!
So far, so good!

Un mondo difficile.

Ma non potete capire che schifezza. Mi fa veramente schifo lavorare qui. Non ne posso più. é un ambiente di merda.
Ma nessuno vuole offrirmi un lavoro decente? Insomma non è che chiedo la luna.
Eppure ero partita con delle buone intenzioni, il nuovo anno mi aveva messo entusiasmo, mi sembrava che le promesse fossero buone, ma qui gli ultracorpi rendono tutto impossibile! NON NE POSSO PIU’.
Magari sarò anche io ad avere le manie di persecuzione però è veramente difficile stare qui.

Insomma oggi sono un po’ disperatella.

E neanche il pensiero dell’imminente compleanno di Ciccio mi fa star meglio.
E neanche il fatto che stasera torna.
E neanche il fatto che ho lavato tutti i piatti.
E neanche il fatto che c’è il sole.
E neanche il fatto che siamo a -3 e ancora nessun segno. Strano.

E devo ancora scegliere il ristorante.
La giornata non promette affatto bene. Cazzo.

sono senza lavoro, o forse no…

Eh sì avete letto bene…in questi giorni sono a casa.
Avevo capito che mi avrebbero rinnovato il contratto, cioè il mio capo prima delle vacanze di natale mi aveva detto così, ed io ero tranquilla. Mi aveva detto che magari non sarebbero riusciti a rinnovarlo dal primo gennaio ma forse dal 15 o giù di lì. Vabbene no? Mica mi posso lamentare!
Dopo le vacanze, dopo Parigi, dopo il raffreddore, torno in ufficio un venerdì pomeriggio e tutto è normale, nessuno mi dice nulla.
Lunedì mattina torno in ufficio e un altro capo, S. e  mi dice se mi va di seguire un evento, mi da tutte le carte, mi dice chiama il tizio che vuole vederci e prendi appuntamento, vai tu a Torino. Benissimo, no?
Dopo mezz’ora arriva un’altra, moglie di S. e socia del capo vero e quasi stizzita mi fa: Ma la collaborazione è finita, lo sai vero?
No dico ci rendiamo conto? Che cavolo sta succedendo?
Le dico che il capo vero, A., mi ha detto che avremmo rinnovato.
Nel pomeriggio riesco a sentire telefonicamente A. che sta in volo tra germania e arabia… mi dice che sì, rinnoviamo, ma per il momento senza contratto non c’è bisogno che vada. Alla fine aggiunge: anche io mi sono sorpreso quando ti ho visto venerdì pomeriggio.
Aò ma che siete scemi? E dillo! Io vengo in ufficio anche malaticcia e nessuno mi dice che non dovevo venire?
Vabbè… io è da martedì che sto con l’ansia, domani A. torna e spero di chiarire la situazione.
Il mio collega preferito dice che mi remano contro in due… bò.
A parte questo, visto che c’era un po’ di ansia dentro di me ho pensato bene di tagliarmi i capelli, ho cambiato parrucchiere, il gay mi aveva stufato con le sue lunghissime attese, ne ho scelto uno nuovo vicino a casa… è napoletano, spettinato e con la barba di una settiamana… non un’ottima impressione ma i capelli per ora non mi dispiacciono, vediamo dopo il primo lavaggio.

Poi ho questa specie di influenza prima super raffreddata, poi mal di gola, poi due giorni di catarro catarrosissimo che a fine giornata avevo il mal di testa dall’intasamento.
Adesso mi resta un po’ di raffreddore, mi sento le orecchie tappate e ancora un po’ di catarro. Che schifo.

Non so neanche che scrivere che qui è tutto un disastro, cucino poco perchè sono a dieta, sto a casa perchè sono malaticcia e disoccupatina… cosa posso scrivere di bello?

Me.

Anna

if (WIDGETBOX) WIDGETBOX.renderWidget('a43f024f-922c-44e3-a835-2fde72bcb167');Get the Baby & Pregnancy Countdown Ticker widget and many other great free widgets at Widgetbox! Not seeing a widget? (More info)
ottobre: 2017
L M M G V S D
« Dic    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Sono passati da qui

  • 11,266 lettori

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad 1 altro follower