Nuova settimana, con il ciondolo chiama angeli!

Ho fatto un po’ di pulizia nel blogghetto, soprattutto nei link, ho aggiunto qualche amichetta e qualche lettura che ormai si è fatta quotidiana, quindi invece che stare sempre a digitare e cercare li ho messi qui a portata di mano, naturalmente tutto incasinato, tutto insieme, cibo, diari, opinioni, racconti… è molto MIO essere così disordinata, ma mi piace così, non è che si può categorizzare sempre tutto!
Allora allora, Anna cresce bene, l’ho vista sul micro monitor della gine giovedì scorso, non si può nenache sentire il cuore, però si vede questo puntino che si accende e spegne velocissimamente e ormai, dalla mia esperienza di quasi mamma all’inizo del quinto mese so riconoscere un cuore di neonato che batte anche su un monitor piccolissimo! So proud!
Stamattina ho chiamato il gemelli per il corso di preparazione al parto, lo fanno il giovedì mattina… ma se una lavora? E i papà? Evidentemente qua si continua con questa visione materno centrica e mediterranea in cui i papà sono di supporto a non protagonisti. Che fico ‘sto paese, mi piace sempre di più!
Che sono un po’ polemica oggi? Ma solo oggi…
Quello che vedete qui a fianco è un ciondolo chiama angeli (!) e da ieri lo posseggo anche io!
Era un po’ che andando in giro vedevo tutte queste pance con lo stesso ciondolo e che io potevo essere da meno? Così dopo qualche ricerchina in rete ho trovato che trattasi appunto di ciondolo chiama angeli, una cosa messicana (sarà sicuramente made in china) che serve per proteggere i bambini nella pancia, nella pallina c’è uno xilofono (addirittura???) che suona ad ogni movimento e questo suono delicato dovrebbe richiamare l’angelo custode del bambino, quello che il mio razionale marito si è chiesto è: “Ma se una non ha il ciondolo l’angelo custode che fa? Si distrae? Si allontana? Se fa ‘na pennica?”.
Aò non è insopportabile?
Comunque adesso il ciondolo ce l’ho pure io ed è molto carino, un regalino della nonna!

Involtini di tacchino con speck e crescenza


Bella la foto vero? Ho veramente un futuro come food photographer, bè anche come photographer in generale… eddai, è che cucino di sera quando la luce è scarsa, vado di fretta perchè ho fame, e non mi applico, quindi cosa ci si può aspettare? Diciamo che le mie foto sono così, per dare un’idea e basta.
Lo sapevate che il tacchino è la carne che contiene più ferro di tutte? E allora, visto che il mio ferro è un po’ in discesa, eccomi qui a cercare di rendere appetibile il tacchino, perchè diciamolo pure, il tacchino fa schifo!
Se però si riesce a camuffarlo ben bene, aggiungendo maiale (in forma di speck tirolese), formaggio (in forma di crescenza) e pure un po’ di salvia profumata allora il gioco è fatto ed il risultato molto soddisfacente.
Procediamo?
Si prenda del petto di tacchino a fette, meglio se biologico, si spalmi su ogni fettina un po’ di crescenza e aggiungete un po’ di timo. Se le fettine di tacchino dovessero essere troppo spesse, appiattitele con un batticarne, o similia.
Quindi disponete su ogni fetta di tacchino una fettina sottilissima di speck, non troppo stagionato. Io avevo quello che ho riportato a luglio dall’alto adige (era sottovuoto) ed era perfetto! A questo punto siamo pronti per l’arrotolamento dell’involtino, io mi sono aiutata con qualche stecchino.
Ho poi passato gli involtini in un velo di farina e poi in padella con un po’ di olio evo.
Non appena formano una bella crosticina da tutti i lati ho alzato il fuoco ed aggiunto mezzo bicchiere di vino bianco secco, fatto evaporare l’alcol e poi proseguita la cottura a fuoco medio.
Ci vorranno circa 10′, anche un po’ di più perchè gli involtini sono infidi e mentre fuori sembrano cotti all’interno sono ancora crudini.
Non aggiungete sale che tanto c’è lo speck e poi il sale alza la pressione, quindi quando si può è meglio evitare.
Che ne dite? A noi sono piaciuti moltissimo!

Pubblicato su baby

Permalink 1 Commento

Il tortino di patate e fagiolini

Ve l’avevo promesso, no? Trattasi di uno dei miei patti preferiti e quest è facilemnte immaginabile perchè contiene una montagna di PATATE, di cui vado PAZZA!
Prima di tutto, la foto:


Ora proviamo a ricordare la “ricetta”… non ho nulla di scritto, faccio tutto a occhio, ma direi:

1 kg di patate
150 g di prosciutto cotto
50 g di parmigiano
2 uova
50 g di formaggio (quello che avete in frigo va benissimo, non la mozzarella però, che poi il giorno dopo diventa troppo dura)
300 g di fagiolini
sale, pepe e timo

Lessate le patate, schiacciatele ancora calde, aggiungete sale, pepe, timo a vostro piacimento, poi in po’ di parmigiano e l’altro formaggio a dadini. Mentre le patate si raffreddano un pochino fate bollire i fagiolini e una volta cotti tagliateli a pezzi grossolani, stessa cosa per il prosciutto cotto, fatelo a pezzetti e poi aggiungete all’impasto.
Il prosciutto cotto può anche essere in una sola fetta, ma io preferisco le fettine normali. Alla fine aggiungete le uova e mescolate bene il tutto. Assaggiate per regolare eventualmente il sale e il pepe.
Imburrate una teglia e cospagetela di pangrattato, quindi versateci il composto e copritelo con un po’ di pangrattato ed una generosa manciata di parmigiano, volendo potete aggiungere qualche fiocchetto di burro.
In forno a 160° per circa 45 minuti, se non si forma la crosticina sopra passatelo per 5 minuti sotto il grill.
Alcune scuole di pensiero prevedono una composizione del tortino diciamo, a strati, cioè un primo strato di patatem poi il prosciutto cotto a fette, poi il formaggio e poi ancora le patate, vedete voi, io preferisco mescolare tutto insieme.
Il giorno dopo, se avanza, è ancora più buono!

Fin qui tutto bene! Pare.

So far, so good.
The baby sta bene, la sua plica nucale è ok, e così le misure di omero, femore e capoccetta. Pare che sia una femmina ma il doctor non si è sbilanciato, vabbè tanto giovedi prossimo con l’amnio lo sapremo con certezza.
Adesso posso stare tranquilla, direte voi, e invece no, c’è mia mamma al pronto soccorso perchè ha la pressione altissima, in più le ho mandato un sms mezz’oretta fa e non mi ha risposto, eppure lo sa che sono ansiosa e che deve rispondermi SUBITO! Che ansia.
Devo trovare presto qualcosa per rilassarmi… dite che due sane pasticchette di valeriana proprio non posso vero?? Uffa.
Stavolta niente foto del baby perchè non sono granchè, forse è diventata femmina e comincia  a fare la preziosa!
Stasera se magna il tortino di patate con i fagiolini che ho preparato ieri, domani fotina e ricetta.

Pubblicato su baby, diario

Permalink 4 commenti

Me.

Anna

if (WIDGETBOX) WIDGETBOX.renderWidget('a43f024f-922c-44e3-a835-2fde72bcb167');Get the Baby & Pregnancy Countdown Ticker widget and many other great free widgets at Widgetbox! Not seeing a widget? (More info)
settembre: 2010
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Sono passati da qui

  • 11,173 lettori

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad 1 altro follower